Le onde beta : studio e concentrazione


Concludiamo la nostra rassegna sulle onde cerebrali con le onde beta che hanno una frequenza tra i 14 ed i 30 Hz.

Come già detto nell'articolo precedente sulle onde alfa, quando siamo svegli, ci sono due tipi di onde cerebrali predominanti, le onde beta e le onde alfa.
Quando eseguiamo delle attività intellettuali, come ad esempio studiare, leggere o parlare, quelle prevalenti sono le beta, mentre quando ci rilassiamo su un divano con gli occhi chiusi o vediamo la TV, il nostro cervello entra in uno stato in cui predominano le onde alfa.

Le onde beta non sono affascinanti come le altre, ma sono ugualmente importanti, in quanto può essere utile aumentarle, ad esempio per gli studenti o per i lavoratori di concetto, mentre vanno evitate per le persone troppo stressate dal lavoro o dalla vita quotidiana, in quanto ne sono già sature. In questo caso sarebbe più salutare per loro incrementare le onde alfa.

Benefici generali
  • Concentrazione
  • Motivazione
  • Miglioramento di capacità linguistiche e di lettura    

Controindicazioni
Non per persone stressate dal troppo lavoro, in quanto hanno già abbastanza onde beta.

Come aumentarle nel nostro cervello
Il modo più semplice per farlo, è quello di ascoltare i suoni binaurali, che nel caso di onde beta, sono costituiti da una traccia audio con 2 canali con frequenze diverse, uno per ogni orecchio.

Su youtube ci sono diversi pagine con suoni di tipo beta, ad esempio qui e qui.
Per i possessori di smartphone Android, è disponibile questa app per Android.

Un modo più armonioso, è quello di ascoltare delle melodie che favoriscono lo studio e la concentrazione come quelle presenti in questa pagina.

LEGGI ANCHE
Le onde cerebrali : introduzione
Le onde alfa : relax ed apprendimento
Le onde delta : relax e guarigione
Le onde theta : creatività ed apprendimento

Fab




Nessun commento:

Posta un commento

Lascia un commento