L'artiglio del diavolo, un antinfiammatorio naturale


L'artiglio del diavolo è il nome volgare dato alla pianta dell'Arpagofito, una pianta particolarmente diffusa nell'Africa tropicale, in quanto i suoi rami, sono dotati di "uncini" che penetrando nelle zampe degli animali li costringono ad una danza indiavolata.

Benefici
Le ricerche cliniche hanno evidenziato che il principio attivo dell'arpagoside in essa contenuto, possiede un'azione antinfiammatoria molto spiccata, alla quale si associa un'attività analgesica e antispasmodica altrettanto valida.

Quindi è un prodotto valido nelle situazioni che causano dolore ed infiammazione come tendiniti, artriti, mal di schiena e dolori cervicali, ma anche in caso di mal di testa e febbre.

Controindicazioni
Da evitare in caso di gastrite, ulcera gastrica o duodenale, diabete, gravidanza ed allattamento.
Non va utilizzato in combinazione con altri antinfiammatori o cortisonici.

Utilizzo
Generalmente viene utilizzato per via orale in compresse (1 x 2-3 volte al giorno a stomaco pieno dopo un pasto)

Fab

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia un commento