Latte di mucca o latte di soia ?


Se i due sono molto simili fra loro nell'aspetto, non lo sono certamente per origine e caratteristiche nutrizionali.


Latte di mucca
Il latte che consumiamo abitualmente è latte vaccino, ovvero prodotto da animali bovini.

E' un alimento nutriente e ricchissimo di sostanze fondamentali per la salute : infatti si trovano vitamine e minerali e, fra questi ultimi, in particolar modo calcio, fosforo e magnesio, importanti per lo sviluppo e per il mantenimento dell’apparato scheletrico.

Ma troviamo anche una discreta percentuale di grassi saturi (causa del sovrappeso, insieme ad altre fonti energetiche come carboidrati e altri tipi di grassi) e di colesterolo.

Esistono persone che per diversi motivi non fanno ricorso al latte vaccino.
Il problema di gran lunga più diffuso riguarda la sua digeribilità, variabile a seconda delle persone, ma comunque difficoltosa per la limitata capacità di digerire il lattosio, lo zucchero contenuto nel latte.
Questa "intolleranza" al lattosio è una patologia particolarmente diffusa fra la popolazione adulta, che insorge a causa della progressiva scomparsa della produzione di un particolare enzima da parte dell’organismo che si occupa di scindere il lattosio nelle sue due componenti principali : glucosio e galattosio.

Esistono in commercio alcuni tipi di latte ad alta digeribilità, con contenuto di lattosio molto basso, nati per venire incontro alle esigenze di chi non vuole rinunciare alle qualità di questo alimento.

Latte di soia
Il latte di soia è un prodotto originario del continente asiatico, e precisamente della Cina.

Il grande successo riscosso dal latte di soia nel mondo occidentale è dovuto al fatto che si tratta di un alimento molto nutriente, e che può essere consumato da quelle persone che, per un motivo o per l’altro, rifiutano il latte vaccino: chi dunque segue particolari regimi dietetici o le persone affette da particolari patologie.

Dal punto di vista nutrizionale il latte di soia contiene più o meno la stessa quantità di proteine del latte vaccino, una bassa percentuale di grassi saturi, meno calorie: in media 32 kcal rispetto al latte vaccino intero (64 kcal) e parzialmente scremato (46 kcal).

Totalmente assente è il colesterolo che invece è presente nel latte vaccino (11 mg x 100 ml nel latte intero e 7 mg x 100 ml in quello parzialmente scremato).

Il calcio è presente 10 volte di meno rispetto al latte vaccino.

Infine nel latte di soia è assente la vitamina A, mentre il latte vaccino ne contiene in buone quantità.

Consigli di uso
Se non ci sono intolleranze nei confronti de latte vaccino, l'ideale sarebbe quello di alternare le due tipologie.
Tuttavia per alcune tipologie di persone, è indicato il consumo dell'uno o dell'altro. In particolare ...

  • Ragazzi, donne in gravidanza o in allattamento: latte vaccino (ricco di calcio e vitamina D)
  • Persone con colesterolo alto : latte di soia (non ha colesterolo)
  • Persone intolleranti alle proteine del latte e/o al lattosio : latte di soia 
Fab