Ma questi cibi fanno davvero male ?


Seguire una dieta sana ed equilibrata significa molte volte rinunciare a dei cibi che "sulla carta" sono molto calorici e ricchi di grassi, cibi quindi da cui stare alla larga, senza sapere che alcuni di essi se scelti nel modo giusto o consumati in quantità limitate portano dei benefici alla nostra salute.
Vediamone alcuni

Pasta
La pasta non è così dannosa come si pensa : uno studio americano ha dimostrato che le persone che mangiavano pasta regolarmente erano in grado di seguire più facilmente una dieta equilibrata e sana, inoltre avevano un indice di massa corporea (IMC) basso e girovita più sottili.

Quindi si alla pasta se usiamo dei condimenti semplici, come ad esempio delle verdure, evitando invece salse grasse e molto caloriche come sughi elaborati e panna.

Pane
In modo simile alla pasta, il pane bianco è una buona fonte di carboidrati e quindi da limitare o evitare il più possibile se si segue una dieta ipocalorica.

Ma se il pane bianco pieno di carboidrati non fa cosi bene, il pane integrale è invece ricco di fibre, ferro e magnesio e può essere consumato con moderazione.

Carne rossa
Quando si parla di carne, quella rossa è quella più criticata per la grande presenza di grassi saturi, tuttavia se scelta e preparata in modo adeguato, offre diversi benefici, come un buon apporto di proteine e ferro.

In fase di acquisto, va scelta sempre in tagli magri, mentre in fase di preparazione è sempre buona cosa abbinarla a delle verdure per rendere il piatto più sano.

Patate
Le patate sono ricche di potassio, vitamina C e fibre
Se ci piacciono le patatine fritte, piene di calorie e grassi, allora occorre pensare ad una scelta più salutare come le patate bollite.
Per renderle più saporite si può aggiungere dell'olio di oliva o delle spezie come peperoncino o curcuma

Verdure in scatola
Mangiare verdure in scatola è un alternativa rapida ed economica in termini di costi e di tempo per assumere il fabbisogno giornaliero di frutta e verdura giornaliera.
Quello che ci si sente dire è che le verdure fresche sono la scelta migliore, ed infatti lo sono perché contengono molte più vitamine e sostanze nutritive di quelle in scatola e non hanno conservanti.

Tuttavia alcune verdure in scatola possono fornire importanti nutrienti
Da uno studio scientifico americano svolto nel 2014, è risultato infatti che le verdure in scatola non sono peggio di quelle fresche.

Le verdure in scatola non fanno male in se per se, ma è quello che viene aggiunto è ciò che le rende dannose.

Per evitare verdure nocive occorre scegliere quelle a basso contenuto di sodio e senza sale aggiunto.
Quindi mangiare verdure in scatola scelte nel modo giusto, di tanto in tanto non è dannoso per la nostra salute come vogliono farci credere.

Fab

LEGGI ANCHE
Indice glicemico : fame e sazietà
- Verdure cotte o crude ?

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia un commento