Cannella, un valido sostituto dello zucchero

La cannella è una spezia dal colore giallo marrognolo e dal sapore piccante, che a differenza di altre spezie che vengono ricavate da foglie e fiori delle piante, si ricava direttamente dai rami o dai piccoli fusti dell’albero.

Le specie più diffuse sono 2: Cinnamomum zeylanicun e Cinnamomum cassia.
La prima è la più pregiata e viene coltivata prevalentemente in Sri Lanka, ha un colore chiaro ed un sapore dolce, la seconda, detta anche cannella cinese di qualità inferiore, viene prodotta in Cina.

Benefici
La cannella regina (Cinnamomum zeylanicun) ha diverse proprietà curative, vediamole.

Antiossidante
I polifenoli presenti in questa spezia sono dei potenti composti antiossidanti.
In uno studio del 2005 che ha messo a confronto l’attività antiossidante di 26 diverse spezie, la cannella è risultata prima superando anche l'aglio.

Azione antinfiammatoria
I composti antiossidanti presenti nella spezia hanno una potente attività antinfiammatoria.

Azione antisettica ed antibatterica
È antisettica per le vie respiratorie ed apporta benefici in caso di raffreddore ed alitosi.
In qualità di antibatterico la cannella riduce i problemi legati alla digestione, in particolar modo il gonfiore. Uccide i batteri ed elimina le infezioni del tratto gastrointestinale facilitando il lavoro dei succhi gastrici.

Diabete e glicemia
Diversi studi testimoniano l’efficacia di questa spezia nei confronti del diabete.
Tali studi dimostrano che la sua regolare assunzione può ridurre gli zuccheri nel sangue in percentuali che vanno dal 10 al 29 %.
La dose consigliata va da 1 a 6 gr al giorno.

Colesterolo e trigliceridi
Studi hanno dimostrato che il suo regolare consumo riduce i livelli di colesterolo cattivo ed i trigliceridi oltre che ridurre la pressione sanguigna.

Protezione celebrale
Grazie alla sua abbondanza di antiossidanti, la cannella potrebbe potenziare la funzione cerebrale con benefici in termine di protezione contro disturbi come l’Alzheimer ed il morbo di Parkinson.

Uno studio californiano in vitro dimostra che la spezia aiuta a bloccare l’accumulo di una determinata proteina nel cervello coinvolta nell’Alzheimer.

Uno studio condotto su animali ha anche dimostrato che la pianta ha un effetto protettivo sui neuroni. Questa proprietà previene lo stress ossidativo e riduce il rischio di infiammazione e di danno cellulare preservando così la salute cerebrale e prevenendo il declino cognitivo.

Uno studio condotto all’Università di Tel Aviv invece sostiene che ha proprietà utili a curare la malattia di Alzheimer. Due composti trovati nella spezia sembrano inibire l’accumulo di una proteina chiamata tau nel cervello. Questo è infatti uno dei segnali tipici dell’Alzheimer.

Disinfettante
In caso di ferite sulla pelle, dopo averle pulite, le si possono cospargere con polvere di cannella per disinfettarle.

Memoria e concentrazione
Alcuni esperimenti svolti su volontari hanno dimostrato che annusare la cannella aumenta la memoria e la capacità di concentrazione quando si studia.

Alternativa al dentifricio
Per pulire i denti e renderli più bianchi si può masticare un bastoncino di cannella.

Controindicazioni
Non esagerare nel consumo, 3 grammi al giorno è la dose massima consigliata.
In alcuni individui un dosaggio eccessivo può provocare tachicardia, sudorazione.
Non somministrare ai bambini di età inferiore ai 2 anni.

Come consumarla
Questa spezia può essere utilizzata in polvere come sostituto dello zucchero, quindi la si può mettere nel caffè, tè, latte, macedonia o yogurt

Ricette
- Cinnamon rolls
- Kanelbullar - rotolini alla cannella

Fab

LEGGI ANCHE
Aglio contro raffreddore ed influenza
Forever Living Aloe Blossom Herbal Tea

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia un commento