Aloe un aiuto per il reflusso gastroesofageo


Il reflusso gastroesofageo indica la risalita involontaria e frequente dei succhi gastrici lungo l’esofago.

Entro certi limiti si tratta di un fenomeno naturale che accade anche nelle persone sane, ma quando il disturbo si presenta più volte nel corso della giornata, è molto intenso e si associa ad altre complicazioni si parla di malattia vera e propria.

Il reflusso è dovuto al malfunzionamento della valvola che separa lo stomaco dall'esofago, il cardias.
Il cibo ingerito passa dall'esofago allo stomaco attraverso questa valvola che si apre per fare passare il cibo e poi si chiude subito dopo.
Se il cardias non si chiude bene, il cibo ingerito può tornare indietro causando il reflusso.

Le cause del malfunzionamento possono essere dovute ad uno o più fattori, come
- obesità: l'eccessiva presenza di grasso a livello addominale comporta una pressione anomala a carico dello stomaco e del cardias, causando un conseguente malfunzionamento;
- fumo di sigaretta, abuso di alcool, gran consumo di caffè e cioccolata, provocano un rilassamento dei muscoli del cardias con conseguente malfunzionamento;
- asma: malattia cronica dell'apparato respiratorio;
- stress;
- gravidanza: nelle donne incinte, la malattia sarebbe connessa alle variazioni dei livelli ormonali e alla compressione del feto in espansione sullo stomaco e sull'esofago;
- assunzione di alcuni farmaci come broncodilatatori, ansiolitici, antidepressivi.

I sintomi tipici sono:
- bruciore di stomaco: di solito dopo i pasti sotto il petto;
- frequenti rigurgiti acidi;
- singhiozzo;
- alitosi;
- senso di gonfiore allo stomaco;
- mal di gola, raucedine, laringite, abbassamento di voce, tosse persistente e/o respiro affannoso a causa del passaggio dei succhi gastrici all’interno dell’esofago.

L'aloe vera rappresenta un rimedio naturale molto valido per il reflusso.
Il lupeolo ed il sitosterolo, due steroli vegetali, svolgono un efficace azione antinfiammatoria.
L'acemannano svolge un'azione cicatrizzante, infine le vitamine ed i minerali presenti nell'aloe sono dei validi ricostituenti.

Dall'insorgenza dei sintomi, assumere 40 ml per tre volte al giorno : la mattina a digiuno, prima di pranzo e prima di cena.

Fab

LEGGI ANCHE
10 utilizzi per l'aloe da bere
Succo di Aloe come rimedio naturale per difficoltà digestive




Nessun commento:

Posta un commento

Lascia un commento