Fibre alimentari, segnali di carenza


Le fibre alimentari sono una componente essenziale di ogni dieta sana ed equilibrata.
Si trovano in buona quantità in frutta e verdura, ma anche negli alimenti integrali e nei legumi.

Il fabbisogno giornaliero è di circa 30 grammi, ottenibili generalmente consumando 5 porzioni di frutta e verdura durante la giornata.

Quando il nostro corpo ha una carenza di fibre, ci manda dei segnali, vediamoli:

Stitichezza
Uno dei sintomi più frequenti legati alla carenza di fibre è la stitichezza, infatti le fibre aiutano il movimento intestinale e di conseguenza la sua regolarità.

Gonfiore addominale e meteorismo
La pancia gonfia e il meteorismo fanno sempre parte di un quadro in cui l’intestino è irritato e spesso non riesce a liberarsi bene dalle feci creando ristagno e fermentazione.

Problemi digestivi
Una digestione lenta con conseguente pesantezza di stomaco è un altro sintomo della carenza di fibre.

Sonnolenza dopo i pasti
E' una conseguenza delle difficoltà digestive e dell’intestino sovraccarico.

Senso di fame
Le fibre saziano, se la quantità assunta non è sufficiente, il senso di fame prevarrà anche dopo poco tempo.

Emorroidi
La difficoltà di evacuare dovuta alla scarsa assunzione di fibre può portare come effetto collaterale anche alla comparsa di emorroidi.

Colesterolo alto
Diversi studi hanno dimostrato che le fibre aiutano a tenere a bada il colesterolo cattivo, non assumerne a sufficienza può dunque innalzare i livelli di colesterolo.

Glicemia alta
Un effetto negativo della carenza di fibre si può riscontrare anche sulla glicemia, infatti le fibre presenti nei cibi contribuiscono a ridurla compensando in qualche modo l’eccesso di zuccheri.

Fab

LEGGI ANCHE
Fibre Alimentari
Forever Fiber, fibre a portata di mano

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia un commento