Cucina macrobiotica


La macrobiotica dal greco macro (grande) e bios (vita) "lunga vita", è una filosofia di vita giapponese basata sulla ricerca dell'equilibrio tra Yin (freddo e buio) e Yang (caldo e luminoso)

Yin e Yang sono due forze in contrapposizione tra loro.
Ogni elemento che ci circonda, cibi compresi, rientra in una di queste 2 categorie e secondo la macrobiotica, noi siamo il risultato di questo equilibrio.

Se c'è squilibrio, il corpo ne risente e lo rende vulnerabile all'insorgere di varie tipologie, come  sovrappeso, problemi circolatori, articolari, immunitari ecc.

La scelta consapevole del cibo rappresenta una risorsa per arrivare all'equilibrio Yin-Yang ed in quanto tale, è importante prestare attenzione anche al pentolame usato per cucinarlo e persino alle posate

La macrobiotica viene citata negli scritti di Erodoto e Galeno, ma si sviluppa nel secolo scorso in tutto il mondo occidentale grazie all'opera divulgativa del filosofo giapponese George Ohsawa che ha pubblicato numerosi libri a riguardo.

I principi fondamentali sono
- Seguire la stagionalità di frutta e verdura;
- Scegliere frutta e verdura appartenente alla fascia climatica in cui si vive;
- Ridurre al minimo il cibo animale;
- Evitare gli zuccheri raffinati e tutto ciò che li contiene;
- Introdurre nella propria alimentazione i cereali integrali in chicco e i legumi;
- Imparare ad utilizzare i condimenti speciali e le alghe;
- Alternare i vari tipi di cereali, di legumi e di verdure;
- Utilizzare sale marino integrale del Mediterraneo

Essa prevede la presenza costante giornaliera di certi cibi in certe percentuali, ovvero:
- 50% di cereali integrali : riso, miglio, grano, avena, orzo, segale, grano saraceno e mais;
- 25% di verdure cotte;
- 15% di legumi.
- 10% di zuppe.

in aggiunta seguono
- Pesce : solo pesce bianco due volte a settimana;
- Carne : solo in casi eccezionali carne di pollo e tacchino;
- Uova: uno ogni dieci giorni;
- Alghe come la'lga Kombu, Wakame, Nori, ecc
- Frutta: l'ideale è frutta cotta o frutta secca, talvolta fresca;
- Bevande : sempre dopo i pasti, ma mai durante
  Si dovrebbero bere a piccoli sorsi.
  La bevanda da preferire è il tè bancha (una variante del tè verde con poca teina) il caffè di cereali.
  Se si beve acqua, dovrebbe essere preferibilmente calda.

La dieta macrobiotica non è vegetariana, in quanto è permessa la carne bianca ed il pesce.

In questo elenco vanno eliminati tutti gli alimenti che sono stati coltivati con fertilizzanti chimici o trattati con conservanti e coloranti in quanto ci allontanano dall'equilibrio, come anche
carne rossa, latte e formaggi, zuccheri, spezie, fritture, succhi di frutta.

I benefici nel seguire questa dieta, sono diversi
- Energia e vitalità
- Leggerezza
- Migliore digestione
- Regolarità intestinale
- Controllo del peso
- Riduzione dello stress
- Miglioramento del sonno
- Miglioramento della funzione immunitaria
- Regolarizzazione dei valori ematici
- Lucidità mentale
- Stabilità emotiva

Mangiare in un punto macrobiotico (vengono così definiti i locali di cucina macrobiotica) può essere  per i più curiosi una nuova esperienza culinaria che non lascerà delusi.

Provare per credere

Fab

Ricette
- Zuppa di miso
Riso saltato con verdure
- Kanten di limone

LEGGI ANCHE
Uova, proprietà e benefici
Verdure cotte o crude ?
Un mondo d'acqua

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia un commento