Pompelmo


Il pompelmo è un agrume di colore giallo dal diametro di 8-15 cm dal gusto forte ed unico che viene consumato prevalentemente molto sotto forma di succo.

Viene coltivato in tutto il mondo, i maggiori produttori sono Cina, USA e Messico.

E' un frutto ibrido che nasce come incrocio tra pomelo ed arancio.
Il pomelo ha trasmesso il sapore e la succosità, mentre l'arancio la sua forma appiattita ed il volume ridotto.

Esistono diverse varietà e tra queste la più popolare è quella definita come "pompelmo rosa".

Valori Nutrizionali
33 Kcal x 100 grammi
91% di acqua
Ricco di vitamina C
Buona quantità di sali minerali, tra questi spicca il potassio.
Grassi assenti

Benefici del succo
Digestivo
Grazie ad una buona presenza di acido citrico, stimola la secrezione dei succhi gastrici favorendo la digestione.

Concilia il sonno
La presenza di triptofano concilia il sonno, quindi bere una spremuta di pompelmo prima di andare a dormire aiuta a prendere sonno.

Contro la febbre
Succo e polpa sono in grado di abbassare la febbre.
Infatti nel pompelmo troviamo una particolare sostanza, la naringina, utile nella difesa del sistema immunitario e che svolge azion antivirali, antimicotiche, antibatteriche ed antinfiammatorie.

Sazia
Il pompelmo agisce come inibitore della fame, stimolando la colecistochinina, un ormone che regola gli enzimi digestivi.

Stipsi
Il succo di pompelmo bevuto al mattino è un ottimo rimedio per controllare la costipazione.
Stimola il colon, inducendo il movimento intestinale.

Metabolismo
Le sostanze presenti nel pompelmo riducono i livelli di insulina, favorendo la perdita di peso e l’aumento del metabolismo, inoltre, la naringenina è in grado di sciogliere i grassi e regolarizzare i livelli di colesterolo e trigliceridi.

Drenante
Aiuta il corpo a ridurre l’assorbimento di sale, zuccheri e grassi.

Depura il fegato
Il pompelmo è ricco di antiossidanti che favoriscono i processi di depurazione del fegato.

Controindicazioni
Alcune sostanze chimiche contenute nei pompelmi, come la naringina, possono interagire negativamente con diversi farmaci come ansiolitici, antiaritmici, antibiotici, antistaminici, ecc.
L’elenco dei farmaci è decisamente lungo e se siete in cura con farmaci è necessario che consultiate con attenzione il bugiardino per verificare che non esistano interazioni di questo tipo.

Stagione
Da ottobre a marzo

Conservazione
A temperatura ambiente si può ben conservare per una settimana.
In frigorifero rimane fresco anche per 10 giorni.

Fab

LEGGI ANCHE
- Le arance
- Frutta ad agosto

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia un commento