Olio di palma, perché fa male


Con il termine olio di palma vengono indicati gli oli che si ricavano dal frutto e dai semi della palma da olio. L'olio di semi di palma viene chiamato anche olio di palmisto.

Questi oli vengono utilizzati come materia prima per la produzione di saponi (vedi palmolive), polveri detergenti, articoli per la cura della persona, ma soprattutto in campo alimentare per la preparazione di dolci e prodotti da forno industriali, come biscotti, merendine, cioccolate e creme (es nutella).

Ma perché da qualche tempo, in tv pubblicizzano prodotti senza olio di palma, quali sono gli effetti negativi che si hanno sulla salute ?

Ricerche statunitensi ed europee affermano che l'olio di palma aumenta i rischi di problemi cardiovascolari, in quanto è molto ricco di grassi saturi.

Ma questa teoria viene prima smentita da uno studio cinese sui vari oli e sul loro effetto sulla salute cardiovascolare e successivamente dall'Istituto Superiore di Sanità.

I cinesi sostengono che l'olio di palma al contrario di quanto detto, aumenta il colesterolo buono riducendo quello cattivo.
L'Istituto Superiore di Sanità inoltre afferma che l'olio di palma ha lo stesso effetto di altri prodotti con la stessa percentuale di grassi saturi sulla salute cardiovascolare e che il suo consumo non è correlato all'aumento di fattori di rischio per malattie cardiovascolari.

Quindi da quanto detto, non sembra esserci concordanza sugli effetti effetti dell'olio di palma su rischi cardiovascolari.

Ma la notizia più importante viene data nel maggio del 2016 dall'Autorità europea per la sicurezza alimentare.
Questa indica che tutti gli oli vegetali (tra cui anche l'olio di palma) quando sono raffinati ad alte temperature (200°), possono contenere alcune sostanze tossiche e potenzialmente cancerogene e tra questi l'olio di palma è quello che ne contiene di più.

Ulteriore danno alla salute è stato evidenziato da studi effettuati da Università di Bari, Padova e Pisa che indicano come la proteina p66Shc presente nell'olio di palma in quantità elevate è in grado di distruggere le cellule del pancreas che producono l'insulina e come conseguenza ci si ammala di diabete.

Quindi ecco spiegato il motivo per cui i prodotti industriali che troviamo in commercio etichettano le confezioni con la dicitura "senza olio di palma". 

Fab

LEGGI ANCHE
- Grassi buoni e cattivi
- Radicali liberi ed antiossidanti

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia un commento