Calcio, benefici e fonti



Il calcio è il minerale più abbondante nel corpo umano.
La maggior parte è presente nelle ossa, mentre una piccolissima parte nelle cellule e nel sangue (circa l'1%).

Benefici
Il calcio è prezioso per ...
- mantenere forti ossa e denti;
- prevenire contratture e crampi;
- stimolare il metabolismo;
- la produzione di energia;
- l'assimilazione delle sostanze nutritive;
- abbassare il colesterolo;
- regolarizzare il pH del sangue e la sua coagulazione;
- combattere i sintomi della sindrome premestruale (dolori, sbalzi di umore e gonfiori);
- combattere l'ipertensione (pressione alta).

Dove lo trovo ?
Le fonti primarie di calcio sono sicuramente il latte e i suoi derivati, anche se i nutrizionisti sostengono che il calcio assunto in questo modo non risulti assorbibile dal nostro organismo e che la digestione di tali alimenti richieda a propria volta una sottrazione di calcio e di altri minerali dalle ossa.

Troviamo il calcio anche nelle uova, in particolare nel tuorlo (il rosso) e nel guscio, in alcuni pesci, come acciughe, sgombri, sardine, sogliole e salmone, ma anche nei frutti di mare come le vongole, cozze, ostriche e gamberi.

Tra le fonti vegetali invece ci sono ...
- frutta secca (mandorle, noci, nocciole e pistacchi);
- legumi, in particolar modo la soia che contiene un isoflavone in grado di riuscire a prevenire la decalcificazione delle ossa;
Spinaci, verza, cipolla, cardi, broccoli e cime di rapa sono le verdure con il più alto contenuto di calcio.

Per chi non riuscisse a rifornirsi di calcio dal cibo ad esempio perché intollerante al lattosio, ha sempre l'opzione degli integratori, che vanno usati con saggezza, infatti uno studio effettuato dalla John's Hopkins University durato 10 anni e che ha coinvolto più di 2700 persone ha evidenziato che un uso eccessivo di integratori di calcio, a differenza del cibo, possono danneggiare il sistema cardiovascolare, perché l'organismo soprattutto nelle persone anziane, non riesce ad espellere il calcio assunto in eccesso, che va a depositarsi nelle arterie.

Quindi integratori si, ma secondo le dosi suggerite sulle confezioni.
Inoltre per avere un assorbimento maggiore, sarebbe meglio che fosse presente anche la vitamina D.

Fabbisogno giornaliero
Il fabbisogno di calcio varia come illustrato nella tabella


Sintomi da carenza
La carenza di calcio derivante da una cattiva dieta non produce sintomi evidenti nel breve e medio periodo.
Ci sono tuttavia delle categorie di individui più a rischio di altre, come gli intolleranti al lattosio, i vegani, le donne in periodo post menopausa.

Fab

LEGGI ANCHE
- Semi di sesamo, fonte di calcio
- Potassio, dove trovarlo ?
Verdure cotte o crude ?


Nessun commento:

Posta un commento

Lascia un commento