Lo zafferano


Il nome zafferano deriva dal persiano za'faran, che significa giallo, oro, luce

Un tempo veniva utilizzato come antidolorifico e sedativo, attualmente viene usato molto in cucina come spezia o come colorante, ne basta una piccolissima quantità.
E' ricco di carotenoidi (1000 volte più delle carote) che sono dei potenti antiossidanti, potenzia le difese immunitarie e migliora l'umore.

Inoltre al suo interno è possibile trovare una buona quantità di minerali
In 10 grammi di zafferano si trovano infatti
- 172 mg di potassio
- 30 mg di magnesio
- 11 mg di calcio
- 25 mg di fosforo

Quindi aggiungere un pizzico di polverina ai piatti, aiuta la salute, oltre che il palato.

Attenzione : quando lo si acquista, occorre scegliere il "vero zafferano" (Crocus sativus) e non il "falso" (Carthamus tinctorius), meno prezioso e che non possiede le stesse proprietà del "vero".

Fab

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia un commento