La stanchezza


La stanchezza, o astenia, è un campanello d'allarme suonato dal nostro organismo per segnalarci la necessità di riposo. Vediamo quali sono le cause più frequenti ...

Stile di vita
Il 20% dei casi di stanchezza è riconducibile ad un modo di vivere sregolato o ad abitudini scorrette che a lungo andare determinano una condizione di indebolimento fisico e mentale.
Il dormire poco di notte, l'alimentazione scorretta, il fumo, la mancanza di esercizio fisico, il lavoro fisico o mentale eccessivo, sono tutti fattori negativi.

Il sonno notturno è importante, da tempo è stato dimostrato che 8 ore di sonno consecutive dalle 22:30 in poi, sono più efficienti di 10 ore di sonno dopo la mezzanotte.

Per quanto riguarda l'alimentazione, se una sana ed equilibrata nutrizione non fanno parte della nostra abitudine alimentare, allora i cibi ricchi di vitamina B1 (lievito di birra, soia, prosciutto crudo) e di magnesio (crusca, grano, soia, cioccolata) sono degli ottimi alleati per combattere la stanchezza.

Stress
La maggior parte delle volte, la stanchezza, è conseguenza di un eccesso di stress, causato ad esempio da un lavoro poco gratificante o dal vivere una vita poco soddisfacente o dalla mancanza di svago e divertimento.
Sono in genere le situazioni poco gratificanti quelle che provocano lo stress, basti pensare al fatto che molte volte siamo più stressati dopo un weekend noioso che dopo due giorni di lavoro su un progetto avvincente.

Depressione
In alcuni casi la stanchezza è il primo sintomo dell'inizio della depressione.
Ad essa si associa la difficoltà di concentrazione, una sensazione di tristezza, perdita di interesse per qualsiasi cosa. E' importante in questi casi rivolgersi subito al medico.

Malattia
Tutte le malattie debilitano l'organismo determinando una sensazione di stanchezza più o meno evidente.
Se l'astenia si manifesta come conseguenza di una malattia diagnosticata, sappiamo come trattarla, ma se la nostra stanchezza si manifesta costantemente, magari occorre indagare per scoprire se è causa di una qualche particolare patologia, come l'anemia o il diabete.

Farmaci
Alcuni farmaci hanno come effetto collaterale la stanchezza.
Ad esempio la codeina, che viene utilizzata come sedativo della tosse, oppure la teofillina che viene utilizzata per l'asma e disturbi respiratori.
Se il farmaco che provoca tale disagio, non è necessario alla guarigione, magari è possibile sostituirlo con un altro.

Primavera
Il cambio di stagione coincide con un incremento delle ore di luce solare ed il passaggio a volte brusco dal freddo al caldo, che richiedono uno sforzo di adattamento dell'organismo e di conseguenza stanchezza.
Questa sensazione ha una durata variabile da qualche giorno a qualche settimana ed è spesso accompagnata da svogliatezza, sonnolenza e insonnia.

Come si è visto, la stanchezza ha diverse cause, sta a noi capire, meglio con il supporto del medico, da cosa deriva e quindi sconfiggerla nel modo migliore, magari con l'aiuto di integratori naturali e non come al solito ricorrendo alle medicine.

LEGGI ANCHE
I tanti benefici del polline
10 consigli per dormire meglio

Fab


Nessun commento:

Posta un commento

Lascia un commento