Tablet, smartphone e problemi di sonno



L'utilizzo di smartphone e tablet in tarda serata non favoriscono il sonno.
Recenti ricerche individuano la causa nell'esposizione alla luce blu prodotta da questi dispositivi.

Il fotorecettore presente nei nostri occhi, detto melanopsina, è sensibile ad un particolare intervallo di frequenze della luce blu che incide negativamente sulla produzione di melatonina, l'ormone responsabile del ciclo di sonno-veglia.

Per questo motivo, sarebbe altamente sconsigliato usare lo smartphone o il tablet immediatamente prima di andare a letto, in quanto la luce del display colpisce direttamente gli occhi, riducendo così la melatonina presente nel nostro organismo.

Per smartphone e tablet Android esistono alcune applicazioni che regolano la luminosità dello schermo in automatico in base al momento ed alla luce esterna ma anche la temperatura di colore cosi da avere uno schermo rosseggiante e caldo di notte, molto più riposante.

Tra queste mertitano una citazione Lux Auto Brightness dell'italiano Vito Cassisi e Twilight del team Urbandroid, entrambe presenti sul market di Google.

Fab